Fernando Sosa

 

Fernando Martin Sosa , nato a Montevideo il 19 maggio 1977 è un ballerino uruguaiano specializzato nei balli caraibici.
Sin da piccolo frequenta un importante club di Montevideo facendo ginnastica artistica per diversi anni. Durante la giovinezza si dedica con passione a diverse attività sportive, in particolare al calcio, ottenendo ottimi risultati.
È trasferendosi in Italia, nel 1993, che conosce il maestro cubano Alberto Valdes, grazie al quale si approccia al mondo del ballo.
Dopo essere stato diverse volte a Cuba, si trasferisce a Bologna dove entra a far parte del suo primo gruppo di spettacolo insieme ad altri due ballerini professionisti provenienti dal "Tropicana" di Cuba.
Con l'esperienza maturata comincia i suoi primi corsi e le sue prime serate di animazione in giro per l'Italia.

Nel 1998 Alberto Valdes lo chiama a far parte del famoso gruppo di spettacolo "Otra idea" dove conosce Rafael Gonzalez.
Grazie a questo gruppo completa la sua formazione nella danza. Gli spettacoli creati toccavano diversi stili: dal jazz, all'hip hop, all'afro, alla rumba e ovviamente la salsa.
Dopo un'esperienza all'estero, che lo ha portato a ballare a Milano e successivamente da Milano ai congressi di New York e Los Angeles, nel 2000 decide con Rafael Gonzalez di creare la compagnia di ballo dei "Tropical Gem Dance Company".
Ha ballato a Buenos Aires, Madrid, Valencia, Barcellona, Los Angeles, New York, California, Texas, Giappone, Puerto Rico, Svezia, Portogallo, Atene, Berlino, Amburgo, Londra e Sydney, partecipando ai più famosi congressi di salsa di tutto il mondo.

A fine 2001 fonda il "Sosa Style Dancers", una nuova compagnia di ballo composta da ballerini professionisti di cui è direttore e coreografo.
Sempre quest'anno partecipa al Salsa Open di Porto Rico insieme ad Alyra Lennox classificandosi al terzo posto.
Nel dicembre 2002 crea la sua terza compagnia di ballo composta di sole donne, che prende il nome di "Tn Tumbao".
Nell'aprile 2004 ancora insieme ad Alyra Lennox si ripropongono a Salsa Open di Milano. Ottengono il primo posto, diventando quindi campioni mondiali. Nel settembre del 2005, con Rafael Gonzalez, apre la scuola di ballo: la "Tropical Gem Dance School", ma è nel 2008 che decide di dividere la strada dell'insegnamento dall'amico Rafael creando insieme Tito Petronio l'accademia di danza "Sosa Academy" che ha sede a Buccinasco.
Nel 2010 è di nuovo in gara al Salsa Open, questa volta classificandosi al sesto posto.
Nel luglio 2016 è vincitore della competizione mondiale “Ultimate Latin Dance Championship” di Las Vegas, titolo confermato l'anno successivo.

Il suo primo contatto con la danza avviene a Cuba con il maestro Alberto Valdes.
Con lui approda a l'Avana per la prima volta, frequentando il Conjunto Folklorico Nacional de Cuba.
Qui il primo ballerino di allora "Ivan", figlio di Juan de Dios, lo seguirà in un percorso di lezioni private per l'approfondimento dell'afro.
Una volta entrato nel suo primo vero gruppo professionista, lavora a stretto contatto per circa due anni con Albertico Calderon, Arnay Ferreiro e Rafael Gonzalez, e successivamente con Esmil Diaz, con il quale condivide un anno della sua vita artistica.

La conoscenza di New York e degli Stati Uniti d'America rappresentano la sua prima spinta verso un nuovo stile, proprio qui incontra Eddie Torres, e sempre in questo periodo inizia ad approfondire pure gli studi dell'hip hop, frequentando la Broadway Dance Center di Manhattan, un percorso che durerà ben otto anni.
L'impatto più forte avviene però a Los Angeles con la conoscenza dei fratelli Vazquez, ovvero la sua guida verso uno stile personale del tutto nuovo, oggi identificato nel Sosa Style.
Altre figure che hanno interessato la sua formazione professionale sono state Rari, maestra di hip hop, e Virna per quanto riguarda gli allenamenti acrobatici. Poi pure Louis Medina, dal quale ha tratto ispirazione per parecchie coreografie.
Dal punto di vista della tecnica è stato seguito da Paola Borsotti ed Eva Mancini, senza dimenticare Marco Berretta, Yovanny De Jesus Moreta (in arte Chiquito) e Filippo Buccomino.

E’ proprio quest’anno, in Giugno del 2017, che è uscito il film "The Latin Dream", di cui Fernando Sosa è sceneggiatore e attore protagonista insieme a Tatiana Bonaguro per la regia di Louis Medina e le musiche di Massimo Scalici, Riccardo Rossini e Giorgio Tramacere.
Il film musicale che racconta la storia di un ballerino che riscoprirà il lato più genuino e passionale della danza, grazie all’incontro casuale con una ballerina di provincia.
Sosa interpreta il ruolo autobiografico di un famoso ballerino di danze caraibiche che riscoprirà il lato più genuino e passionale della danza, grazie all’incontro casuale con una ballerina di provincia.
Fernando frequenta salotti di classe, incastrato in un’immagine ormai ben consolidata di ballerino modello, schiavo di un’etichetta stilistica d’elite.
La sua alta posizione sociale, lo costringe a interpretare con noiosa routine il ruolo del danzatore perfetto e a vivere la sua quotidianità nella costante attesa di una svolta che possa restituirgli entusiasmo e passione.
L'incontro casuale con Carolina, ballerina e semplice ragazza di provincia, gli farà scoprire il lato passionale e spontaneo della danza.
Uno stravolgimento inaspettato, che metterà in discussione ogni aspetto della sua vita, ma così affascinante da fargli riscoprire l’amore per un’arte sincera e il valore delle emozioni vissute in maniera autentica.
Fernando affermerà il suo talento arricchendo le vicende con eccezionali coreografie. Mentre la conoscenza va avanti, Fernando si prepara per la più grande e difficile competizione di ballo del mondo… non sarà facile battere gli avversari senza scrupoli, ma grazie all'amore tutto sarà possibile. Nel cast, ci sono tantissime star e componenti di prestigiosi gruppi internazionali, tra cui Tropical Gem, Dominican Street Power, Flamboyan, Los Hermanos, Latin Hypnotic, che daranno vita a mirabolanti coreografie

Fonti: Wikipedia; Cineblog