Città del Messico

Visite: 966

Città del Messico (in spagnolo: Ciudad de México, Distrito Federal o, nella sua forma abbreviata, México, D.F.) corrisponde al Distretto Federale, sede dei poteri dell'Unione e capitale degli Stati Uniti Messicani. Città del Messico è la città più popolata del Paese e una delle più grandi del mondo, con una popolazione registrata di 8.851.080 abitanti nel 2010.
Con il passare dei secoli la città ha inglobato numerosi villaggi e cittadine che si trovavano nelle vicinanze.
Secondo il rapporto Urbanistico delle Nazioni Unite, la zona metropolitana di Città del Messico è l'agglomerato urbano più grande dell'emisfero occidentale e il secondo più grande del mondo dopo Tokyo.
Eretta sulle rovine della capitale azteca Tenochtitlan, Città del Messico offre un intreccio unico fra la vita di una città moderna e la conservazione storica.
Musei di livello internazionale, ristoranti e parchi convivono spalla a spalla con le tante rovine di culture differenti.
La sua vita notturna, lo shopping, la sua storia la rendono una tappa imperdibile.
Con 16 delegazioni e 300 quartieri, le colonias, costituisce infatti uno degli agglomerati urbani più grandi al mondo.
La maggior parte delle attrazioni turistiche si concentra nel centro storico: si tratta per esempio di Plaza de la Constitución, meglio conosciuta come Zócalo, dell’imponente Cattedrale Metropolitana, del Palacio Nacional, ovvero il palazzo presidenziale, e della zona archeologica del Templo Mayor, oltre a un gran numero di edifici coloniali, sedi di importanti musei.
Ad appena pochi isolati di distanza troviamo Plaza Garibaldi, meta obbligata se si vuole vivere il vero Messico, circondati dagli aromi di tequila e dalla musica dei mariachi.

Plaza de la República, che ospita il Monumento alla Rivoluzione, sotto al quale trova spazio il Museo della Rivoluzione Messicana.
Il Bosque de Chapultepec, l’area verde più vasta della città, è diviso in tre sezioni e costituisce una delle maggiori attrattive di Città del Messico, non soltanto per i turisti, ma anche per i messicani.
Qui si trovano il Castello de Chapultepec, un’interessante area museale e uno splendido belvedere da cui fotografare la parte occidentale della città, il Museo di Arte Moderna e l’imponente Museo di Antropologia.
La Zona Rosa ospita ristoranti e locali gay che restano aperti fino a notte fonda.
Per un itinerario volto alla cultura e all’ambiente bohémien, i quartieri Condesa, Roma, Coyoacán e San Ángel sono poli turistici che ospitano bar accoglienti, piazze storiche, le migliori librerie della città, mercati tipici e interessanti musei, nonché ristoranti e discoteche alla moda.
Più a sud, l’Universidad Nacional Autónoma de México (UNAM), oltre a rappresentare la principale università del Paese, offre a chi desidera visitarla un'architettura unica e incredibili murales realizzati dai più famosi pittori messicani.
Nei suoi spazi dedicati alla cultura si tengono concerti e spettacoli teatrali, cinematografici e di danza dove si esibiscono i migliori artisti nazionali e stranieri.
Gli aztechi fondarono sul lago Texcoco la loro capitale, Tenochtitlán, che potremmo definire l’antenata di Città del Messico; Tenochtitlán si basava su un’intricata rete di canali che permettevano di navigarla agevolmente e che, dopo l’arrivo degli spagnoli, fu distrutta per far posto alla progressiva pavimentazione di tutta l’area.
E' possibile visitare i resti di alcuni di questi canali a Xochimilco, nell’estremo sud-est della città, noleggiando una coloratissima trajinera, un particolare tipo di imbarcazione di legno, con la quale ci si può spostare tra canali e giardini.
Altra meta imperdibile è la visita delle piramidi di Teotihuacán, a soli 51 chilometri a nord-est della capitale messicana.